apetilia-gazzetta

San Benedetto celebra l’apicoltura

dicembre 10, 2015 scritto da Corte Bancare
SAN BENEDETTO PO. “Apetilia 2015” ha consacrato l’abbazia polironiana come scrigno della biodiversità con un inno corale alle api, come marcatori ambientali, e al loro prodotto d’eccellenza: il miele….
SAN BENEDETTO PO. “Apetilia 2015” ha consacrato l’abbazia polironiana come scrigno della biodiversità con un inno corale alle api, come marcatori ambientali, e al loro prodotto d’eccellenza: il miele. Numerose le iniziative al riguardo. I chiostri, decorati con tante api stilizzate e da un bosco dipinto, creati dai bambini delle scuole materna e primaria, hanno accolto le postazioni del mercato della biodiversità proposto da numerose aziende del territorio. La biblioteca monastica ha ospitato il convegno “Ambiente, api e biodiversità: si può fare” con gli interventi di esperti e produttori, dopo i saluti dell’assessore all’ambiente Roberto Lasagna e dell’on. Marco Carra della Commissione Agricoltura della Camera. Hanno portato il loro contributo Enrica Agosti, presidente di Slow Food Lombardia; Maria Chiara Gardinazzi, presidente degli apicoltori mantovani; Remo Scaravelli che ha spiegato il progetto “Apetilia”. Al termine sono stati premiati i migliori mieli di produzione locale. Pluridecorato Giampaolo Foina; premi sono andati anche ad Eleonora Fontana, Corrado Baruffaldi, Fabio Cunego, all’agriturismo Viridarium e a Stefano Lodi Rizzini. Apetilia prosegue oggi con la mostra collettiva “Cibo e territorio polironiano nell’arte figurativa”, con il concerto itinerante del Coro Polifonico Polironiano, con lo spettacolo “Storie di uomini e di api” con testi di Davide Bregola e canzoni di Daniele Goldoni, con gli asinelli in piazza in giro per il mercato dell’antiquariato e tante proposte enogastronomiche.
san benedetto apetilia 1
LEGGI TUTTO L’ARTICOLO